Charity dinner a Palazzo Colonna: sogni in volo per i bambini (source: Il Messaggero)

di Lucilla Quaglia

Opere senza tempo e attualissima solidarietà. Si fondono, i due mondi, nella splendida cornice di Palazzo Colonna che ieri sera ha accolto un parterre de rois per tenere a battesimo il primo Flying Angels Foundation Charity dinner. Oltre 200 gli illustri ospiti – per la maggior parte imprenditori – che poco prima della cena restano incantati dalle meraviglie della splendida residenza. Qui sono conservate, tra le altre, opere di Guercino, Tintoretto, Bronzino, Francesco Salviati, Guido Reni, Giovanni Lanfranco e il famoso quadro di Annibale Carracci, intitolato “Il mangia fagioli“.

Ci si perde lungo la fuga di saloni impreziositi da pregiati arazzi alle pareti, lampadari di vetro di Murano e baldacchini con le insegne dei Colonna. Ma anche da alcuni storici abiti della famiglia patrizia e troni che riecheggiano epoche passate. E dopo visita, gli invitati raggiungono il Ninfeo sotto le stelle per un cocktail rallegrato dalle note del celebre quartetto d’archi Sherazade. E mentre il mondo dell’imprenditoria del Belpaese si scambia gli ultimi saluti con vista mozzafiato, vengono serviti eccentrici sfizi. Accolta dal presidente della Fondazione, l’ambasciatore Francesco Maria Greco, arriva Eleonora Daniele, in total black, che conduce la kermesse di solidarietà. Con lei si raggiunge la Galleria del Cardinale dominata dai tovagliati color perla del banchetto firmato Filippo La Mantia.